INTERROGAZIONE PARLAMENTARE PER LA ALOPECIA AREATA DA PARTE DELL’ ONOREVOLE MARA MUCCI : DEVE ESSERE RICONOSCIUTA COME MALATTIA DAL SSN!

 

DI SEGUITO UN IMPORTANTISSIMO TRAGUARDO RAGGIUNTO DAL NOSTRO GRUPPO ALOPECIA & FRIENDS 😀 LEGGETE ATTENTAMENTE ... 

UN GRAZIE DI CUORE DA TUTTI NOI ALL' ONOREVOLE PARLAMENTARE MARA MUCCI 

Alopecia areata. Questo nome a molti di voi non dirà nulla. In realtà è una delle malattie autoimmuni più pesanti e comuni con cui convivere.
Si tratta della perdita di capelli a zone, fino ad arrivare alla versione più aggressiva della malattia, che implica la perdita totale di peli su tutto il corpo.
Immaginate una persona, affetta da questa malattia, che il mattino si guarda allo specchio e non si riconosce più. Immaginate il caso limite, un caso davvero verificatosi, di una donna, che in 10 minuti, sotto la doccia, perde tutti i peli del corpo. E da quel giorno non ne ricrescerà più uno.
Da quel giorno dovrà convivere con una malattia di cui non si conoscono le cause né la cura. Una donna che di lavoro magari fa la promoter, o la commerciale in un’azienda, e che ha a che fare col pubblico.
Ora immaginate uno Stato che non riconosce questa malattia, anche se è stato scientificamente accertato essere una malattia autoimmune e genetica. Uno Stato che investe poco in ricerca, e che reputa questa malattia una questione solo estetica.

Ho interrogato il governo, perché si deve fare di più. Perché va riconosciuto un aiuto economico maggiore a queste persone, ed un pieno riconoscimento della malattia. Perché l'alopecia colpisce anche le bambine, che oltre alla malattia, devono sopportare gli sguardi e i commenti crudi dei coetanei. La Mattel, multinazionale conosciutissima per la produzione delle Barbie, ne ha fatta una appositamente per loro, per far sentire queste bambine un po’ più normali. Questo atto di estrema sensibilità è apprezzato. Speriamo che anche il governo mostri attenzione a questa, pesante, malattia autoimmune.

FONTE WEB SITO ONOREVOLE PARLAMENTARE MARA MUCCI 

http://www.maramucci.it/alopecia-areata/

I commenti sono chiusi