NOVITA’ IN RICERCA!

 

Lo scorso mese é stato pubblicato un nuovo lavoro condotto nei laboratori della Columbia University (Prof. Christiano & Prof. Clynes) dal titolo “CXCR3 Blockade Inhibits T Cell Migration into the Skin and Prevents Development of Alopecia Areata” (Zhenpeng et al. J Immunol 2016).

In questo lavoro viene approffondito il ruolo delle cellule del sistema immunitario, tra cui i linfociti CD8, che possiedono un particolare recettore, il “CXCR3” nello sviluppo dell´AA. Durante l´infiammazione, il follicolo aumenta l´espressione del ligando di questo particolare recettore, perció le cellule che possiedono questo recettore vengono richiamate dal follicolo e lo attaccano. I colleghi della Columbia, hanno usato un particolare anticorpo per bloccare questo recettore nel modello murino (topo) per l´ AA ed hanno visto una riduzione delle cellule del sistema immunitario che possiedono il recettore CXCR3 attorno il follicolo e quindi lo sviluppo di AA nei topi viene ritardato.

Anticorpi o antagonisti di questo particolare recettore, il CXCR3, sono giá stati usati anche in altri modelli di topo per altre malattie autoimmunitarie con risultati promettenti.

Nonostante ci siano alcune sonstanziali differenze nello sviluppo dell´AA nell´uomo e nel topo, questo lavoro mette in risalto un nuovo possibile intervento terapeutico nell´AA.

Vi terró aggiornati!

I commenti sono chiusi