EMOZIONI PER L’ ALLESTIMENTO CALENDARIO ASSOCIAZIONE A&F NE ABBIAMO ? :D

Ciao Friends , da mesi tutti mi chiedevano se per l' anno prossimo avevamo voglia di progettare il CALENDARIO per poi con questo sostenere economicamente gli sforzi della ASSOCIAZIONE NO PROFIT ALOPECIA & FRIENDS.

EBBENE , LO STIAMO ULTIMANDO 😀 😀 😀 e non potete immaginare quanta emozione ci stia regalando ... anzi, LEGGETE TUTTO D'UN FIATO cosa ci scrive la nostra Sister Federica e godetene tutti 😀 , perchè la CONDIVISIONE è UNO DEI 3 PRESUPPOSTI DELLA NOSTRA ASSOCIAZIONE .

Federica Emozionata per aver partecipato al Set Fotografico allestito e sostenuto a titolo Gratuito grazie alla collaborazione con l' Azienda Clinica Della Parrucca di Torino, Milano, e Roma , ha scritto questo post che riporto da Gruppo Chiuso Facebook della  ASSOCIAZIONE .

Ringrazio tutto lo Staff del Sig. Armando, in primis Teresa che si è occupata di far avere alle nostre Modelle Calendario A&F il massimo confort e professionalità in bellezza.

LEGGETE ; 

Porto sempre la parrucca e non ho alcuna intenzione di togliermela. Non confido a nessuno il mio “problema” molte persone con cui rido e scherzo non lo sanno. 
Molte persone che frequento quotidianamente, che stimo e a cui voglio anche bene, pensano che per me la parrucca sia un vezzo per essere sempre pettinata.
Molte persone della mia famiglia lo sanno, ma non ne parliamo e comunque non sono stata io a dirglielo.
Non ho mai mentito, ma non ne parlo volentieri, anzi non ne voglio proprio parlare. 
Questo è il mio modo di vivere l’alopecia, praticamente negandola.

Sono una persona socievole e accogliente, ma anche introversa e riservata.
Io sono così.

Questa cosa dell’alopecia è una specie di cammino su cui io ho mosso alcuni passi.
il primo passo è stato riconoscere che avevo l’alopecia, accompagnato da un’overdose di negazione.
È seguita la fase della disperazione, poi della speranza dopo una prima copiosa ricrescita che è durata anni e che mi ha illuso di essere “guarita”. A dire il vero allora mi ero convinta che fosse stato un episodio e daje di nuovo con la negazione...
Sono rimasta a lungo davanti allo specchio aspettando una ricrescita.
Il passo successivo è stato capire che sono così e che vado bene così: introversa, pelata e con la parrucca. 
È un capire razionale; ma non l’ho mai accettato emotivamente.
inutile che me la racconto, a me non piace la mia faccia così. Lo so che va bene così, ma dentro mi si spezza il cuore ogni volta che in uno specchio mi cerco e non mi trovo.

io sono una di quelle che ha bisogno dell’approvazione degli altri e quindi se non sono perfetta non sono contenta.
In più vivo anche il conflitto tra l’essere me stessa, donna che non mente mai, e andare in giro con una parrucca, che per me vuol dire mentire sempre.
solo per fare le sopracciglia tatuate ci ho messo due anni. 
Io ri-volevo la mia imperfetta faccia, non una disegnata, fasulla, ri-volevo la mia.
ho sperato molto di non dover mai disegnarmi qualcosa in faccia.
Alla fine anche quello è stato un passo, quasi un balzo, sono rinata...si, la mia faccia era diversa dell’originale, ma almeno ne avevo una! 
Mi sono commossa perché in quel
Nuovo sguardo ho riconosciuto qualcosa di me, forse in realtà può cambiare tutto ma io sono io.

Anche entrare nel gruppo è stato un passo importante per me. Io che mi tengo tutto per me, arrivo qui e mi espongo?! Roba da matti! in un gruppo dove non solo c’è tanta gente ma hanno tutti la mia stessa malattia!? 
Vuole dire “ok lo ammetto ho questa malattia”, vuol dire “sono come voi”.
Ammazza che lavoro che ho fatto mi ci vuole una vacanza...e invece no, prima faccio una bella foto per il calendario!

Seguendo il gruppo, avvertendo l’energia di Claudia anche se non la conosco, guardando quante belle persone ci sono qui dentro mi è venuta l’idea, perché non facciamo un calendario? 
Poi viene fuori che l’idea c’era già, bisogna solo realizzarla! 
Poi viene fuori che siamo in tanti, tutti pieni di energia e di voglia di costruire qualcosa da questa brutta gatta da pelare che ci è capitata tra le mani e viene fuori anche che insieme le cose si riescono a fare e pure bene!

Fu così che da una fantasia scritta su Facebook mi ritrovo su un set fotografico degno della Hadid!

Coccolata da un truccatore e un fotografo professionisti e dal calore di Scotti Teresa che mi fa i capelli da pauraaaa, circondata da splendide compagne di alopecia!

Dov’è finito il mio fare di struzzo con la testa sotto la sabbia? Dove ho lasciato il mio carapace? Dove sono le mie vergogne e le mie paure?

SCOMPARSE

Sono qui che mi atteggio a fotomodella pelata in mezzo a degli sconosciuti e non mi sento neanche un po’ in imbarazzo anzi fra un po’ faccio pure la ruota!
E non parliamo di quando ho visto le foto!!! 
Io penso che sarete d’accordo nel dire “WOW”, ma per questo dovete aspettare ancora un po’ e restare connessi!

E ragazze sapete che vi dico: Questo si che è un passo! 
Il mio passo 😊

Me ne aspetta uno ancora più grande: non morire quando il calendario andrà in circolo per la rete! 😅 in bocca al lupo a me

Ciao a tutti.

Federica

I commenti sono chiusi